Torna all'indice
Riferimenti Normativi


ANCHE I DISLESSICI O GLI AUTISTICI, POTREBBERO ESSERE AIUTATI DELLA MUSICA

L’ora di musica a scuola
è una «vitamina» per il cervello

Imparare a cantare o suonare può aiutare a migliorare le capacità linguistiche

(Fotogramma)
(Fotogramma)


SAN DIEGO (California) –
L’ora di musica a scuola? Importante come quella di italiano, di storia o di geografia. O forse di più, dicono i neuroscienziati. Perché ascoltare Beethoven, imparare a suonare uno strumento o a cantare una canzone hanno un’influenza importante sullo sviluppo sensitivo e cognitivo dei bambini e dei ragazzi. E potrebbe anche costituire un buon sistema per curare persone con disturbi del linguaggio come i dislessici o addirittura gli autistici. Musica e percezione del linguaggio, infatti, hanno a che fare sia con il con il sistema nervoso sensitivo che con i più alti centri cognitivi del cervello.CLASSI RUMOROSE – «L’esperienza musicale – ha detto Nina Kraus, triestina d’origine, ora professore e ricercatrice alla Northwestern University di Evanston, Illinois, in occasione del meeting annuale dell’Aaas, l’associazione americana per il progresso delle scienze in corso a San Diego, – può aiutare a ascoltare meglio chi parla anche in un ambiente rumoroso perché permette di “isolare” i suoni: abbiamo valutato questa capacità studiando il cervello dei musicisti. Pensiamo a chi suona, per esempio, in un’orchestra: ciascun musicista riesce a cogliere segnali chiave che gli consentono poi di “entrare” al momento giusto». Le ricerche di Nina Kraus hanno dimostrato che il sistema nervoso risponde allo stimolo acustico del linguaggio (cioè a chi sta parlando) e allo stimolo musicale (una canzone per esempio) immediatamente, nel giro di millisecondi. I musicisti lo fanno più velocemente degli altri.

LA DISLESSIA – «Non solo –aggiunge la ricercatrice, – abbiamo anche dimostrato che l’esperienza musicale permette di ascoltare con più attenzione gli altri interpretando con maggiore facilità le sfumature del linguaggio legate a cambiamenti (anche minimi) dell’intonazione della voce dell’interlocutore». Ecco perché bambini educati alla musica possono mantenere più facilmente la concentrazione e ascoltare meglio la voce dell’insegnante in una classe rumorosa. Ecco perché persone con problemi di linguaggio, come appunto i dislessici o addirittura gli autistici, potrebbero essere aiutati della musica. «Adesso sappiamo che la musica – ha concluso Nina Kraus può modellare i circuiti sensori subcorticali in maniera tale che da migliorare attività quotidiane come la lettura o l’ascolto degli altri».

Adriana Bazzi
abazzi@corriere.it

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Lavoro realizzato dagli alunni della classe – 3^ F

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Lunedì 1 febbraio , si terrà nella sede principale di via Renazzo un incontro tra tirocinanti  ( Primaria e Infanzia, posto comune e sostegno ) e i loro tutor per:

  • Assegnazione definitiva dei tutor e delle classe
  • illustrazione dei compiti
  •  Intese con i tutor per definizione programmazione
  •  Illustrazione del POF
  •  osservazioni del dirigente e proposte dei convenuti
  •   seguirà un incontro tra  i neo immessi in ruolo e i propri tutor ( bilancio delle competenze e programmazione, stato dell’arte )
  •  Il dirigente scolastico
  •  Serafina Ippolito
Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Avviso per i Gruppi di Ricerca e per i docenti interessati

– ROSSOLINO, LATTE-MARRO

-COLETTA-COCOZZA-VALENTE M. PIANTEDOSI

-ALVINO-LANNI-RICCI-ZULLO-DE LORENZO

Dall’ Istituto De Sanctis di Moiano:

Prot.n.284-C/Ptog. Mojano (BN ) 25 gennaio 2016

Al Dirigente dell’lC “Vanvitetti di Airota (BN ) At Dirigente dell’lc 2 di Montesarchio (BN) At Dirigente dell’lC “De Sanctis” di Cervinara (AV)

Ai Gruppi di Ricerca delle scuole detta Rete

OGGETTO: Misure di accompagnamento 2015/16 – CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE – Convocazione Gruppo di ricerca

Sì comunica alle SS.LL. in indirizzo che alle ore 16,30  di venerdì 5 febbraio, nella sala multimediale dell’ lC “Francesco De Sanctis” di Moiano (BN),

la dirigente scolastica, prof.ssa Raffaella IACOVELLI , facendo seguito ai precedenti incontri , tratterà insieme ai corsisti le seguenti tematiche :

-Sintesi degli spunti teorici

-Analisi dei “Compiti di realtà” come sviluppo per la valutazione e la certificazione delle competenze.

Il dirigente scolastico

Vanda Lidia Franca Denza

 

I docenti dei gruppi di ricerca per la suddetta formazione sono tenuti alla partecipazione.

Possono partecipare anche altri  docenti  interessati, come hanno già fatto nei precedenti incontri.

Il dirigente Scolastico

Serafina Ippolito

 

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Lavoro realizzato dagli alunni delle classi 3^A – 3^C – 3^ F  – per ricordare la Shoah (2016)

Ricordare la Shoah è sempre doloroso, ma certamente doveroso affinché non siano dimenticati quei milioni di vittime innocenti sterminati nei campi di concentramento dalla follia nazista. Quanto è accaduto, seppure atroce e vergognoso, è nostro compito farlo conoscere alle giovani generazioni perché capiscano fin dove può arrivare l’odio dell’uomo verso i suoi simili. Questo è quanto è stato fatto in questi giorni  da noi docenti e dagli allievi dell’Istituto “F. De Sanstis”. Letture di testimonianze, di poesie, ascolto ed esecuzione di brani musicali, visione di film hanno coinvolto ed indotto i nostri ragazzi a riflettere su questa tragica , disumana ed orrenda pagina di storia che è stata la  “Shoah”. E’ importante far capire alle giovani generazioni che questo genocidio, purtroppo non  l’unico, è stato progettato con freddezza e determinazione e, perché queste cose non si ripetano più, è fondamentale educare i giovani al rispetto di quei  valori universali che consentono la realizzazione della civile convivenza. Pertanto, solo coltivando questi valori e superando i pregiudizi, si può evitare che prolifichino i germi della violenza che fanno regredire l’uomo allo stato primitivo. E gli alunni delle classi 3^A; 3^C; 3^F  hanno voluto ricordare questa immane  tragedia con la realizzazione di video, in cui hanno inserito immagini, riflessioni e loro poesie.

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Manifestazione a scuola e lavoro degli alunni.

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


si allega la comunicazione

CALENDARIO ATTIVITA’ PROGETTO ORIENTERING

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


IMG_20160127_122922 IMG_20160127_122825 IMG_20160127_122123 IMG_20160127_122051 IMG_20160127_122026