Torna all'indice
Riferimenti Normativi


si allega la comunicazione – le graduatorie sono visionabili anche  in  ” albo pretorio “

PUBBLICAZIONE GRADUATORIE 

 

GRADUATORIA II  FASCIA INFANZIA

GRADUATORIA II FASCIA SCUOLA PRIMARIA 

GRADUATORIA II FASCIA SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO 

GRADUATORIA III FASCIA SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO 

 

 

 

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


AVVISO
 Prot. n.1756
Cervinara 23 agosto 2017
Ai genitori ed esercenti la patria potestà degli alunni iscritti per l’a.s. 2017/18
Al DSGA
Ai Docenti
Al personale ATA
Agli Atti – sito web
Oggetto:“Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci ” Indicazioni operative per applicazione della Legge 31 Luglio 2017, n 119 ( OBBLIGO VACCINAZIONI e Certificazione per la Scuola ):
Il dirigente scolastico porta a conoscenza che
il Decreto legge del Ministero del Ministero della
Salute sull’Obbligo delle Vaccinazioni (decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito con modificazioni dalla legge 31 luglio 20l 7, n. 119,recante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci” con note applicative : MIUR.AOODPIT.REGISTRO_UFFICIALE(U).0001622.16-08-2017[1].pdf
ha reso obbligatori 10 vaccini:
  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella.

L’obbligatorietà per le ultime quattro (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella) è soggetta a revisione ogni tre anni in base ai dati epidemiologici e delle coperture vaccinali raggiunte.

Per i nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel calendario vaccinale nazionale vigente nell’anno di nascita.

Per l’anno scolastico 2017-2018, la documentazione di avvenuta o prenotata vaccinazione deve essere presentata alle Istituzioni scolastiche, ivi incluse quelle private non paritarie:
 entro il IO settembre 2017 per le bambine e i bambini della scuola dell’ infanzia e delle sezioni primavera;
– entro il 31 ottobre 2017 per tutti gli altri gradi di istruzione.
Si precisa che la documentazione di cui sopra deve essere acquisita, nei tempi sopra indicati, anche per le alunne e gli alunni, le studentesse e gli studenti, già frequentanti l’istituzione scolastica.
 In sintesi :

BAMBINI DA 0 A 6 ANNI.Il rispetto degli obblighi vaccinali è un requisito per l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia.

I bambini non vaccinati non potranno quindi essere ammessi alla frequenza di queste scuole.

BAMBINI E RAGAZZI DA 6 A 16 ANNI Dalla scuola primaria in poi i bambini e i ragazzi possono accedere comunque a scuola, ma, in caso non siano stati rispettati gli obblighi, viene attivato un percorso di recupero della vaccinazione ed è possibile incorrere in sanzioni amministrative.

OPERATORI SCOLASTICI . Entro il 16 novembre 2017, gli operatori scolastici (art. 3, co. 3-bis, del decreto-legge n.73/2017))  tenuti a presentare, ai sensi del d.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, dichiarazione sostitutiva comprovante la propria situazione vaccinale, utilizzando il modello 2 ( di cui alla C.M. 1622 del 16/08/2017) allegato alla presente circolare.

 LE FAMIGLIE  ( cosa devono fare ) Per l’anno in corso 2017-18 : entro il 10 settembre 2017 per i nidi, la scuola dell’infanzia e le sezioni primavera, ed entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo:

1. per l’avvenuta vaccinazione può essere presentata la relativa documentazione (ad esempio: attestazione delle vaccinazioni effettuate rilasciata dall’ASL competente, certificato vaccinale ugualmente rilasciato dall’ASL competente, copia del libretto vaccinale vidimato dall’ASL; in quest’ultimo caso, i genitori esercenti la responsabilità genitoriale, i tutori o i soggetti affidatari dei minori fino a 16 anni dovranno verificare che la documentazione prodotta non contenga informazioni ulteriori oltre a quelle strettamente indispensabili per attestare l’assolvimento degli adempimenti vaccinali previsti dal decreto-legge);

2. In alternativa, può essere presentata una dichiarazione sostituiva resa ai sensi del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, da compilare utilizzando il modello 1 ( di cui alla C.M. 1622 del 16/08/2017) allegato alla presente circolare;

3. per l’omissione e il differimento (in caso di comprovate motivazioni, quali malattia acuta, grave o moderata, con o senza febbre …), e l’immunizzazione da malattia deve essere presentata la relativa documentazione; in particolare, per il differimento o l’omissione delle vaccinazioni per motivi di salute può essere comprovata dalla attestazione redatta dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del Servizio Sanitario Nazionale ovvero dagli esiti dell’analisi sierologica, mentre l’avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale viene comprovata da attestazione rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del SSN o copia della notifica di malattia infettiva rilasciata dalla azienda sanitaria locale competente ovvero verificata con analisi sierologica;

4. coloro che sono in attesa di effettuare la vaccinazione devono presentare copia della prenotazione dell’appuntamento presso l’ASL; detta vaccinazione dovrà essere effettuata entro la fine dell’anno scolastico. La presentazione della richiesta può essere eventualmente dichiarata, in alternativa, avvalendosi dello stesso modello di dichiarazione sostitutiva.

– entro il 10 marzo 2018, nel caso in cui sia stata precedentemente presentata la dichiarazione sostitutiva, deve essere presentata la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione.

COSA ACCADE SE LA FAMIGLIA NON PRESENTA LA DOCUMENTAZIONE

Nel caso in cui il genitore o tutore non presenti a scuola, nei termini previsti, la documentazione richiesta:

– i bambini da 0 a 6 anni non vaccinati non possono accedere agli asili nido e alle scuole dell’infanzia

– da 6 a 16 anni possono accedere a scuola.

In entrambi i casi il dirigente scolastico o il responsabile dei servizi educativi è tenuto a segnalare la violazione alla ASL entro dieci giorni;

l’ASL contatterà i genitori/tutori/affidatari per un appuntamento e un colloquio informativo indicando le modalità e i tempi nei quali effettuare le vaccinazioni prescritte. Se non si presentano all’appuntamento oppure, a seguito del colloquio informativo, non provvedano a far somministrare il vaccino al bambino, l’ASL contesterà formalmente l’inadempimento dell’obbligo.

SANZIONI PREVISTE PER LE FAMIGLIE

La mancata osservanza dell’obbligo vaccinale a seguito della contestazione dell’ASL comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 euro a 500 euro, proporzionata alla gravità dell’inadempimento (ad esempio: al numero di vaccinazioni omesse). Tuttavia, non incorrono in sanzione quando provvedono a far somministrare al minore il vaccino o la prima dose del ciclo vaccinale nel termine indicato dalla ASL nell’atto di contestazione, a condizione che completino il ciclo vaccinale nel rispetto delle tempistiche stabilite dalla ASL.

 

Al fine di informare le famiglie in merito all’applicazione dei nuovi obblighi vaccinali, il Ministero della Salute ha messo a disposizione il numero verde 1500 e un’area dedicata del sito istituzionale all’indirizzo www.salute.gov.it/vaccini .

I genitori/esercenti la patria potestà e gli operatori scolastici sono invitati ad attenersi alle disposizioni di legge impartite al fine di consentire un sereno avvio dell’anno scolastico.

Per l’anno scolastico 2017-2018, la documentazione deve essere presentata alle Istituzioni scolastiche, ivi incluse quelle private non paritarie:

– entro il IO settembre 2017 per le bambine e i bambini della scuola dell’ infanzia e delle sezioni primavera;
– entro il 31 ottobre 2017 per tutti gli altri gradi di istruzione.
Si precisa che la documentazione di cui sopra deve essere acquisita, nei tempi sopra indicati, anche per le alunne e gli alunni, le studentesse e gli studenti, già frequentanti l’istituzione scolastica.
La mancata presentazione della documentazione dovrà essere segnalata dai dirigenti scolastici alla ASL territorialmente competente entro IO giorni dai termini prima indicati.
Per l’anno scolastico 2017-2018, in caso di presentazione della dichiarazione sostitutiva (come da allegato 1) la documentazione comprovante l’adempimento degli obblighi vaccinali dovrà essere consegnata all’Istituzione scolastica, entro il 10 marzo 2018. 
all. 2  ( per gli operatori scolastici )
all. 1 ( per gli alunni  a cura dei genitori )
MODULISTICA
Di seguito gli appositi modelli di dichiarazione sostitutiva che possono essere utilizzati dalle famiglie e i link di riferimento per le informazioni complete
Consultare  la seguente Guida al Decreto aggiornata alla conversione in legge.
 Il dirigente scolastico
 Serafina Ippolito
Torna all'indice
Riferimenti Normativi


PUBBLICAZIONE GRADUATORIA STRUMENTO “2017-18

Prot. n. 1757

 

Si pubblica la graduatoria  e le ammissioni allo studio dello Strumento Musicale.

Complimenti agli studenti musicisti !

I docenti di strumento sono disponibili a spiegazioni e chiarimenti, previo appuntamento,  a partire dal giorno 5 settembre. Telefonare alla segreteria scolastica 0824 836090.

Si ricorda che lo studio dello strumento musicale diviene materia di studio e non può essere abbandonata nel corso del triennio.

graduatoria strumentomusicale 2017-2018

Ammissioni allo strumento musicale

il dirigente scolastico

Serafina Ippolito

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


AVVISO

Al DSGA

Al personale ATA

Ai docenti

Si comunicano le attività di inizio anno, come da prospetto

ATTIVITA’ INIZIO ANNO SCOLASTICO 2017-18 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO DE SANCTIS

Si prega di prendere visione dell’allegato che, rispetto all’avviso precedente, ha subito leggere modifiche.

AVVISO Attività settembre 2017-18

 

Il Dirigente Scolastico

Serafina Ippolito

 

 

 

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI PER LA REALIZZAZIONE DI
INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA E RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI PUBBLICI ADIBITI AD USO SCOLASTICO FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)

avviso_edilizia_scolastica 

1.Sono ammessi a partecipare al presente Avviso gli enti locali proprietari degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico statale delle 5 regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), di seguito anche «Enti Locali» o «Enti».

2. Possono candidarsi al finanziamento anche gli enti locali che abbiano in uso immobili scolastici pubblici, la cui proprietà sia ad esempio dello Stato o di altro ente locale. In tal caso, la presentazione della candidatura deve essere corredata da apposito atto di autorizzazione rilasciato dall’Ente proprietario.

3. Gli enti locali che si trovano in stato di dissesto finanziario, ai sensi degli articoli 244 e seguenti del decreto legislativo n. 267 del 2000, possono presentare la candidatura per i propri edifici scolastici pubblici, ma devono contestualmente indicare anche l’istituzione scolastica di riferimento che, previa convenzione con l’ente locale, procederà alla gestione, in caso di ammissione al finanziamento, di tutte le procedure amministrative e contabili legate agli interventi infrastrutturali richiesti.

4. Gli enti locali che intendono partecipare al presente Avviso si impegnano a predisporre gli interventi, a verificarne la fattibilità, controllarne l’efficacia, correggerne l’impianto nel costruttivo dialogo con la comunità di riferimento e con le istituzioni preposte alla gestione, al sostegno e alla valutazione del sistema scolastico e a garantire la sostenibilità complessiva degli interventi nel rispetto degli obiettivi dell’Agenda 2030.

Gli enti locali possono presentare Domande di Finanziamento riguardanti: – uno o più interventi relativi alla Tipologia A il cui importo complessivo, fra lavori e somme a disposizione, non risulti superiore ad

€ 2.500.000,00 (duemilionicinquecentomila/00 euro);

– uno o più interventi relativi alla Tipologia B il cui importo complessivo, fra lavori e somme a disposizione, non risulti superiore ad € 700.000,00 (settecentomila/00 euro); – uno o più interventi sulla medesima istituzione scolastica, relativi sia alla Tipologia A sia alla Tipologia B, il cui importo complessivo, tra lavori e somme a disposizione, non risulti superiore a € 3.200.000,00 (tremilioniduecentomila/00 euro).

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


  • Al DSGA

Al presidente del consiglio di istituto

Ai docenti quinte classi primaria 16-17

Ai genitori rappresentanti di classe v classi 16-17

Al vicario e rappresentanti di plesso primaria e secondaria

Ai responsabili  dei Dipartimento di Lettere e Matematica Secondaria I° grado

Agli atti Sito web

Oggetto : Riunione rappresentanti -docenti per definizione seconda lingua secondaria di I grado RIMANDATA A MARTEDI’ 22 Agosto ( per indisponibilita’ di molti convocati)

Viste le numerose richieste di seconda lingua spagnolo ( eccessive per il numero di classi autorizzate );

viste le delibere degli organi collegiali;

sentite le indicazioni delle maestre delle classi quinte (primaria);

sono convocati

il giorno 18 agosto 2017, alle ore 11, presso la sede di via Renazzo :

i  rappresentanti di classe e i docenti delle V classi dell’anno in corso 16-17

per definire insieme e secondo i criteri adottati, la seconda lingua di studio per le prime classi secondaria  anno 17-18 o,  eventualmente, procedere a sorteggio.

Si confida nella collaborazione e nel buon senso di tutti

Nota

Nel caso in cui vi dovessero essere poche disponibilità alla presenza, visto il periodo di ferie, la riunione sarà spostata a martedì 22 Agosto.

  • Si prega di controllare comunque questo sito per nuove ed eventuali comunicazioni.

 

  •  PS : E’ possibile scegliere una seconda lingua diversa ( dallo Spagnolo al Francese, visti i numeri  )  fino a lunedì 21 agosto, ore 12
  • Distinti saluti

Il DS

 

Torna all'indice
Riferimenti Normativi


si allega

INFORMAZIONE